{text-decoration-color: #13B6C5;}
 
  • Stefano Campolo

I 5 fattori che influenzano i prezzi dei biglietti aerei


All'alba del 2022 ormai lo sanno tutti, i prezzi dei biglietti aerei cambiano continuamente, dove per continuamente si intende ogni giorno o addirittura a distanza di poche ore, per la stessa tratta e per la medesima classe di viaggio. Ci sono molte ragioni per spiegare questo fenomeno ma sono cinque i fattori chiave che influenzano il numero di variazioni. E ci sono alcuni miti da sfatare.


1 - Il profilo del viaggiatore


a. Turista. Come passeggero leisure, le tue aspettative sono diverse da quelle di un passeggero in viaggio per lavoro ed è perfettamente naturale perché quando vai in vacanza, cercherai di ottenere il miglior affare al minor costo possibile. Il volo stesso è, ovviamente, già parte del tuo viaggio. Ma siamo onesti: la vacanza non inizia correttamente finché non sei arrivato a destinazione, o addirittura all'hotel o alla casa prenotata. È il motivo per cui gran parte delle persone sono disposte ad alcune concessioni sul biglietto per ottenere il prezzo più basso. Per esempio: partire più tardi nel corso della giornata, anche se questo comporta il consumo del primo giorno di vacanza; partenza o arrivo in ​​un aeroporto secondario, aumentando il tempo di percorrenza verso la destinazione finale; visto che il primo giorno di vacanza se n'è andato allora poco importa se bisogna attendere 3, 4 o 5 ore per la coincidenza bighellonando tra i negozi di un aeroporto: ogni risparmio sul biglietto significa più soldi a disposizione per la vacanza.


b. Passeggero d'affari. Quando viaggi per lavoro, è tutta un'altra storia. Il volo generalmente non è l'unica cosa che devi fare quel giorno, e certamente non la più importante. Ogni minuto che puoi recuperare è tempo che puoi usare per mettere a punto la tua presentazione, riposarti o preparati per la riunione. Ecco perché vorresti controlli più rapidi in aeroporto o imbarco prioritario. Naturalmente, la Business Class offre una gamma più ampia di servizi rispetto alla Premium o alla Economy e include molti extra, grandi e piccoli. Ma questa comodità e questo livello di comfort hanno un prezzo. Sempre.


2. I servizi a richiesta


Acquistare un biglietto aereo oggi giorno è un po' come ordinare un'auto nuova. C'è il modello base che funziona perfettamente e costa 10; poi ci sono gli optional, dal colore ai fari Led, dai sistemi di sicurezza agli interni firmati, fino agli accessori e all'impianto audio di alta qualità tutto si può scegliere a patto di essere disposti a pagarlo. Il viaggio aereo segue una logica simile. First e Business Class sono dotati di un pacchetto di servizi compreso nel prezzo del biglietto:


Controlli veloci in aeroporto (fast track)

Accesso ad una lounge privata prima dell'imbarco

Imbarco prioritario

Date flessibili (ci torneremo a breve)

Franchigia bagaglio superiore inclusa

Una scelta di pasti in aereo

Sedili grandi e comodi

Sedili estendibili fino a diventare un letto su cui dormire (addirittura cabine chiuse su alcune compagnie aeree)

Ampia scelta di intrattenimento


Tuttavia, chi vola in classe economica non significa che non desideri nessuno di questi servizi. Se hai bambini piccoli, apprezzerai l'imbarco prioritario per permetterti di mettere via i bagagli e sistemare la tua famiglia senza stressarti. Se stai andando a fare visita ai parenti per diverse settimane, portare uno o più bagagli pesanti e possibilmente ingombranti è praticamente d'obbligo. È sempre bello portare loro qualcosa di speciale e tornare con dei souvenir o fare un po' di shopping. Inoltre, la maggior parte delle compagnie aeree non consente di scegliere i posti senza pagare un extra.


Tutti i viaggiatori hanno esigenze diverse ma, ovviamente, pagare meno per il biglietto significa ottenere meno servizi inclusi. È sempre possibile aggiungere servizi à la carte, ma ciò inevitabilmente farà aumentare il prezzo totale del biglietto.


3. Date di viaggio flessibili


Quando si viaggia per vacanza, in genere si conoscono con largo anticipo le date di partenza e di ritorno. La maggior parte delle persone dispone di un solo periodo l'anno di vacanza, più o meno lungo. Una volta che il datore di lavoro ha approvato il periodo di ferie, comincia la ricerca del posto e quindi dell'alloggio. Questi tre elementi - lavoro, alloggio e voli - possono sembrare un po' un gioco di giocoleria, ma non appena si abbinano, è possibile prenotare i voli. Le possibilità che le date di viaggio cambino sono a questo punto bassissime, se non altro perché tutto il resto è stato organizzato di conseguenza.


Ma non tutti i viaggiatori sono in grado di specificare le date esatte di partenza e ritorno al momento della prenotazione. Ciò vale in particolare per le persone che viaggiano per affari. A volte, non sanno esattamente quando il lavoro sarà completato. È qui che entra in gioco un biglietto con data flessibile. Non si tratta in senso stretto di un biglietto senza data, ma piuttosto di uno con date che possono essere modificate. Ovviamente, poter cambiare le date significa che la compagnia aerea deve sempre mantenere i posti disponibili su tutti i suoi voli. È un piccolo lusso a pagamento che altrimenti non viene fornito.


Per aggirare i maggiori costi del biglietto con data aperta a volte può essere più conveniente acquistare un solo biglietto di andata e il ritorno separatamente non appena le date sono stabilite.


4. Domanda e offerta


Ci sono due fattori qui che hanno un impatto importante sui prezzi: eventi e cronologia delle vendite. Entrambi però rispondono alla legge della domanda e dell'offerta.


a. Eventi. In un dato anno, ci sono tutti i tipi di eventi internazionali, sia ricorrenti che una tantum. Gli eventi ricorrenti potrebbero includere il Salone di Ginevra, il carnevale di Rio de Janeiro, il Comic-Con di San Diego, la Pasqua nei paesi cattolici, il Ramadan in quelli musulmani, il Natale (in tutto il pianeta) e il Capodanno cinese a Shanghai. Tra gli eventi una tantum annoveriamo i Giochi Olimpici o la Coppa del Mondo di calcio. In tali occasioni si registra un massiccio afflusso di visitatori provenienti da tutto il mondo in alcuni luoghi specifici.


Ovviamente, le aziende alberghiere e di ristorazione, nonché le compagnie aeree, colgono l'opportunità di questa accresciuta domanda per incrementare la capacità, cioè il numero di posti offerti verso queste destinazioni e in genere per aumentare i prezzi. Il motivo è abbastanza semplice: anche se si tratta di eventi eccezionali, gli aerei hanno ancora lo stesso numero di posti e gli hotel lo stesso numero di camere, quindi i prezzi salgono alle stelle.


b. Cronologia delle vendite. Le compagnie aeree hanno un archivio delle vendite sulle loro destinazioni, comprendente informazioni come il prezzo medio, il tempo medio tra l'acquisto del biglietto e il viaggio e la velocità con cui un aeromobile si riempie, ad esempio. I dati raccolti, in realtà sono centinaia per ogni singola tratta quindi le aziende più longeve, ma anche le agenzie di viaggio e le compagnie informatiche specializzate hanno a disposizione una mole di informazioni sufficiente per conoscere con buona esattezza il profilo di chi per esempio, tra il 10 e il 15 di aprile si imbarcherà a Vienna con destinazione Sharm El Sheik.


I sistemi di prenotazione si adattano in base a questi dati (quasi in tempo reale) per generare il massimo introito per la compagnia aerea. Questo sistema conosciuto come gestione del rendimento o gestione delle entrate è ormai adottato da tutte le compagnie aeree con staff interni diretti da 'revenue managers' o da società esterne specializzate nella raccolta e nel trattamento di dati.


Del resto, un aereo che vola mezzo vuoto non è molto redditizio. Ecco perché, a seconda della destinazione e dell'orario, i prezzi dei biglietti possono scendere qualche giorno prima della data di partenza. Al contrario, quando il sistema rileva un picco di domanda per una particolare destinazione in un dato momento, aumenta automaticamente il prezzo per massimizzare le entrate. Il meccanismo assomiglia notevolmente al mercato azionario proprio perché influenzato dalla combinazione di domanda e offerta. Tutti vogliono un biglietto? Il prezzo sale. Nessuno ne vuole uno? I prezzi scendono. Questo è il motivo per cui è sempre meglio prenotare il volo il prima possibile e perché le persone che volano sullo stesso aereo nella stessa classe a volte hanno pagato prezzi molto diversi.


5. Dove acquistiamo i biglietti


I prezzi non saranno gli stessi se acquistiamo il ​​biglietto da un'agenzia di viaggio anziché online.


a. Agente di viaggi. Un agente di viaggio locale ha spese aggiuntive come l'affitto di uffici, il pagamento degli stipendi al suo personale e il pagamento delle utenze (gas, acqua, elettricità). Però ha anche dei servizi aggiuntivi di attenzione alla clientela che per una compagnia aerea o un OTA (Online Travel Agent) sono improponibili: saprà consigliarti sul volo e sull'alloggio per il tuo viaggio, riesce spesso a offrire pacchetti completi di viaggio, alloggio, affitto auto e prenotazione eventi, sia preconfezionati sia personalizzati a prezzi tutto sommato contenuti e risparmiandoti ore o giorni di ricerca. Inoltre, offre una garanzia in caso di problemi, come ad esempio le cancellazioni o un livello di servizio più basso rispetto a quello per cui si è pagato.

È il motivo per cui un agenzia di viaggi tradizionale generalmente impone commissioni di servizio, che si riflettono nel prezzo del biglietto.


b. Via Internet. Ci sono tre posti principali in cui è possibile acquistare i biglietti online: un agente online; un sito di confronto dei voli o motore di ricerca; sul sito web della compagnia aerea. Uno non è necessariamente più economico dell'altro, non ci sono regole rigide precise, tutto dipende da quando si prenota il ​​volo e dalla destinazione. Generalmente i voli più economici si trovano sul sito web della compagnia aerea, perché non vengono applicate commissioni aggiuntive. In caso di cancellazioni o ritardi, poi, ottenere un rimborso o assistenza sarà più semplice, poiché ai banchi di assistenza degli aeroporti troveremo personale della compagnia aerea e infine perché è lo stesso vettore responsabile nei confronti di chi ha acquistato il biglietto. Nel caso di acquisto esterno, invece, bisognerà rivolgersi all'agente di viaggio per far valere i propri diritti. E non sempre andrà tutto liscio. In alcuni casi, comunque, le grandi agenzia di viaggio online sono in grado di offrire biglietti a costi leggermente inferiori a quelli della compagnia aerea o, a parità di prezzo, con qualche servizio aggiuntivo. In definitiva, per fare buoni affari, è necessario cercare e guardarsi attorno.