• Stefano Campolo

Tenta di manipolare la carta d'imbarco. Divieto di volo per 2 anni per un passeggero



Forse voleva fare solo lo spiritoso o non aveva di meglio di cui occuparsi, ma il tentativo di hackeraggio divulgato in rete è costato caro a un cittadino americano. L'uomo, un utente di TikTok, ha rimediato almeno due anni di interdizione ai voli di Spirit Airlines dopo aver pubblicato un video in cui spiega come modificare illegalmente la carta di imbarco che è stato visto da milioni di utenti.


Le regole sui bagagli di Spirit sono molto simili a quelle adottate in Europa da Ryanair. La compagnia americana low cost consente un articolo a mano gratuito come una borsa o una borsa per laptop di dimensioni pari o inferiori a cm 45 x 35 x 20. I bagagli a mano più grandi (ovvero i trolley standard) che di solito vengono riposti nelle cappelliere comportano un costo aggiuntivo.


Nel video originale pubblicato a settembre, l'utente @robkallday viene filmato mentre modifica la sua carta d'imbarco con un editor PDF, cambiando la voce "Carry-On Bags" da "0" a "1". Quando ha caricato il video, ha detto di non aver effettivamente provato se il trucco avesse funzionato, dicendo "non lo faccio davvero, il mio bagaglio è della misura prevista".


Il video ha raccolto milioni di visualizzazioni ma ha attirato l'attenzione degli addetti di Spirit Airline che hanno recuperato le informazioni del passeggero e il 2 ottobre gli hanno comunicato il divieto di imbarcarsi con la compagnia per almeno due anni per aver tentato di manipolare la carta d'imbarco. Il 22 ottobre lo stesso @robkallday ha reso noto il divieto in un video, sempre sul social.


All'utente è stata data la possibilità di richiedere la revoca del divieto dopo un periodo di almeno due anni sulla base di “assicurazioni inequivocabili” di comportarsi in modo più appropriato in futuro.


"Non vedo questo trucco di viaggio come realmente funzionante", ha commentato l'uomo. "Una compagnia aerea che fa dei ricavi ancillari una leva del proprio business ha modo di verificare facilmente lo stato del bagaglio sul proprio sistema informatico. L'unico modo in cui sarebbe possibile ingannare la compagnia è se gli addetti all'imbarco di Spirit verificassero le credenziali dei passeggeri solo guardando il codice sul biglietto stampato".


Tuttavia, se fosse riuscito a far passare un bagaglio più grande, il passeggero avrebbe truffato la compagnia aerea, il cui danno potenziale va calcolato considerando che per ogni valigia standard da cabina viene applicato un sovrapprezzo tra i 26 e i 76 dollari. Ci sono infine alcune implicazioni sulla sicurezza. Il peso al decollo viene calcolato con una certa precisione dai piloti per impostare tutti i parametri che consentano al velivolo di staccarsi da terra in sicurezza. I dati dei bagagli sono ovviamente rilevanti, poiché costituiscono circa un terzo del peso. Se vengono sottostimati, perché un numero imprecisato di passeggeri riesce a imbarcare più valigie di quante ne dichiara ufficialmente, i dati per il decollo saranno di conseguenza errati.



Iscriviti alla newsletter

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale

©2020 di Partodomani | Scritto con cura da Stefano Campolo | Privacy Policy | Termini e Condizioni