• Stefano Campolo

Sull'Atlantico con aerei piccoli. Ora è possibile e comodo


Dall'11 agosto la compagnia americana JetBlue è entrata nella ristretta cerchia dei vettori in grado di offrire viaggi transatlantici. L'operazione, attesa da tempo e solo in parte ritardata dalla pandemia, è stata resa possibile dall'entrata in servizio dei nuovi Airbus A321LR, dove LR sta per 'Long Range' ovvero lungo raggio ed è la prima volta da diversi decenni che una traversata atlantica di linea viene effettuata con un aereo a fusoliera stretta.


Il nuovo aereo promette di rivedere in modo significativo la configurazione di uno dei mercati più ricchi del settore. Grazie a costi operativi e di carburante sensibilmente inferiori rispetto agli aerei più grossi e più anziani, le porte dell'Atlantico potrebbero aprirsi a città ed aeroporti più piccoli rispetto alle capitali e agli hub tradizionali, su entrambe le sponde, probabilmente con tariffe più economiche di quelle attuali. Di fatto, potrebbe nascere un nuovo mercato del lungo raggio sulla scorta di quanto avvenuto in Europa a inizio anni Novanta con la deregolamentazione e l'ingresso delle Low Cost.


Per il momento, la compagnia statunitense ha scelto la via più tradizionale, cioè il collegamento New York (JFK) con Londra Heathrow, approfittando della disponibilità di slot a buon mercato nel principale hub europeo. Dal 29 settembre partiranno i collegamenti con Gatwick, il secondo aeroporto britannico e con Parigi Orly. Come detto, se l'esperimento dovesse andare bene, è facile prevedere l'estensione della rete a molte altre città.


Le tariffe in economica partono da 202 dollari a tratta, salgono a 277 dollari con la valigia in stiva e arrivano a 830 dollari per la business, denominata 'Mint'. Si tratta di un prodotto completamente nuovo e in linea con la filosofia di Jet Blue che, a differenza di molti vettori Low Cost, si è costruita una reputazione offrendo servizi accessibili dal punto di vista economico senza stipare all'inverosimile i propri aerei o rendendo le condizioni di viaggio al limite del dignitoso.


L'A321 allestito dalla compagnia ha ha disposizione 24 mini suite Mint chiuse e 114 posti di economica, chiamati "core".


Mint si presenta con sedili piatti completamente estendibili in suite private con una porta scorrevole, cuscini di seduta personalizzati, uno schermo HD da 17 pollici, una sporgenza del telefono, alimentazione dal sedile con capacità di ricarica wireless, nonché laptop, scarpe e borsetta. Due Mint Studios dispongono di uno schermo di intrattenimento da 22 pollici, di un tavolino aggiuntivo e un posto a sedere per gli ospiti. Il prodotto è il primo ad utilizzare il sedile Aero Seating Vantage SOLO di Thompson progettato specificamente per aerei a fusoliera stretta.


I passeggeri hanno anche un senso di spazio widebody grazie alle nuove cabine Airspace by Airbus dell'A320LR con pannelli del soffitto retroilluminati, illuminazione a LED personalizzata, le più grandi cappelliere su un aereo a corridoio singolo e nuove pareti laterali ergonomiche che offrono spazio personale extra a livello delle spalle.


JetBlue ha sfruttato la sezione trasversale più ampia dell'A321 per offrire ai 114 passeggeri economici dell'aereo sedili larghi 18,4 pollici con un passo completo di 32 pollici e schienali sagomati per spazio extra per le ginocchia.


La compagnia aerea offre anche quattro file di posti a sedere "Even More Space" con cinque pollici in più di spazio per le gambe.


I passeggeri che volano attraverso l'Atlantico potranno usufruire del Wi-Fi gratuito ad alta velocità della compagnia aerea, nonché godere di una selezione di canali TV in diretta e di un'ampia libreria di intrattenimento sugli schienali.


I sedili sono dotati di schermi sullo schienale da 10,4 pollici, alimentazione interna facile da raggiungere da prese AC e USB-C e potranno personalizzare i pasti a bordo dallo schermo dello schienale. Il volo comprende, in tutte le classi, un pasto completo in partenza e un rinfresco o prima colazione un'ora prima dell'atterraggio.


Con i livelli di traffico che in estate hanno subito un rimbalzo consistente - il numero di voli tra luglio e la metà di agosto ha toccato il 65 per cento rispetto al 2019 - anche la concorrenza sta aumentando. Le condizioni favorevoli spingono i vettori statunitensi come American Airlines e United Airlines a potenziare i servizi.


Oltre alle compagnie tradizionali, tra cui British Airways che ha da poco aumentato la capacità in seguito all'allentamento delle restrizioni, troviamo la start-up Norse Atlantic Airways di cui avevamo parlato qui. Fondata a febbraio, prevede di volare su rotte transatlantiche a basso costo utilizzando Boeing 787 Dreamliner provenienti da Norwegian Air Shuttle che invece ha deciso di concentrarsi sul mercato europeo. Il volo inaugurale è in programma a dicembre con tutti gli aerei in servizio entro la fine del primo trimestre del 2022. Le destinazioni includeranno New York, Florida, Parigi, Londra e Oslo.


C'è poi la start-up francese La Compagnie che ha avviato i voli di linea tra Parigi Orly e l'aeroporto internazionale di Newark con biglietti a partire da 1.400 euro andata e ritorno. Ha anche annunciato che riprenderà i voli stagionali a prezzi simili da Newark a Nizza e Milano, nonché un servizio per Tel Aviv con scalo a Parigi.



La Compagnie ha una flotta di due A321neo con un'esclusiva cabina di classe business al 100 per cento con 19 file e 76 posti disposti in configurazione 2-2. Integrati in scocche fisse, i sedili offrono ai passeggeri il massimo del comfort e della privacy. La cabina è dotata di letti completamente piani per il massimo riposo durante il viaggio. I sedili sono lunghi 75 pollici e larghi 19 pollici. Le tariffe includono il servizio Wi-Fi illimitato e quella che viene definita "un'esperienza culinaria unica che offre piatti freschi di rinomati chef di New York e Parigi".