{text-decoration-color: #13B6C5;}
 
  • Stefano Campolo

Risarcimenti per chi ha perso il volo ad Amsterdam


L'aeroporto di Amsterdam Schiphol introdurrà un programma per i passeggeri che erano in aeroporto in orario tra il 23 aprile 2022 e l'11 agosto 2022, ma hanno perso il volo a causa di un tempo di attesa eccezionale ai controlli di sicurezza. L'aeroporto ha contattato l'Ombudsman MAX e l'Associazione dei consumatori olandesi per discutere di come Schiphol possa accogliere le richieste di risarcimento di questi passeggeri. Il regime provvisorio è stato sviluppato in collaborazione con loro, si legge in una nota ufficiale dello scalo. I viaggiatori che hanno sostenuto costi durante il suddetto periodo perché hanno perso il volo a causa delle lunghe code ai controlli di sicurezza hanno tempo fino al 30 settembre per presentare una richiesta di risarcimento all'aeroporto.


I viaggiatori possono richiedere un risarcimento per i costi sostenuti per riprenotare un volo o per un volo sostitutivo, per un trasporto alternativo se hanno scelto di viaggiare verso una destinazione con altri mezzi, o per i costi di viaggio aggiuntivi sostenuti per viaggiare verso l'aeroporto di Amsterdam Schiphol o un altro aeroporto. I viaggiatori possono anche richiedere le spese di alloggio presso o vicino a Schiphol e le spese per alloggio, trasporto o attività non cancellabili a destinazione.


I passeggeri che desiderano presentare una richiesta di risarcimento a Schiphol possono compilare il relativo modulo all'indirizzo: Schiphol.nl/compensation Schiphol valuterà eventuali richieste pervenute sulla base dei termini e delle condizioni che sono stati redatti. I viaggiatori che hanno già presentato un reclamo a Schiphol non devono farlo di nuovo.


Di recente, le autorità aeroportuali hanno lavorato all realizzazione del piano d'azione estivo, che si concentra sull'aumento del personale e nel rendere più attraente il lavoro a Schiphol, sul miglioramento dei processi in aeroporto e sul numero di passeggeri e voli che possono essere elaborati.


Nel frattempo prosegue fino a settembre il limite al numero di passeggeri giornalieri che l'aeroporto, il principale dei Paesi Bassi e uno dei più grandi d'Europa, potrà gestire.


Limite al numero di passeggeri in partenza

A settembre ci saranno un massimo di 67.500 partenze al giorno. Il numero massimo di partenze locali sarà nuovamente superiore ad ottobre, a 69.500 al giorno. Questo periodo includerà anche le vacanze autunnali. Schiphol ha informato le compagnie aeree e le organizzazioni di viaggio che durante e intorno alle due settimane delle vacanze autunnali, l'aspettativa è che ci saranno una media di 3.500 passeggeri in partenza di troppo.


Lo scopo della definizione di un numero massimo di passeggeri è garantire la sicurezza dei viaggiatori e dei dipendenti. Sulla base della capacità messa a disposizione da Schiphol, il coordinatore indipendente delle bande orarie (ACNL) si consulterà con tutte le compagnie aeree per garantire che il numero di passeggeri sia adeguato rispetto alla capacità di sicurezza.


Più guardie di sicurezza, l'effetto stagionale gioca un ruolo

Il numero di personale di sicurezza disponibile continua ad aumentare. È già stato annunciato che a partire da agosto verranno reclutate circa 200 nuove guardie di sicurezza e si prevede che altre 80 se ne aggiungeranno a partire da ottobre. Il dispiegamento dei cosiddetti "servizi di sicurezza" aiuta anche a ottimizzare il flusso nel terminal. Tuttavia, il numero massimo di passeggeri al giorno è leggermente inferiore rispetto ad agosto. Ciò è dovuto al cosiddetto effetto stagionale: i viaggiatori usano più cassonetti ai controlli di sicurezza dopo l'estate perché indossano più vestiti, come cappotti, scarponi e gilet. Di conseguenza, ci vuole un po' più di tempo per controllare tutto il bagaglio a mano ei passeggeri.


Affrontare meglio i cambiamenti operativi

Attenersi a un numero massimo di passeggeri in partenza aiuta anche a far fronte a cambiamenti operativi, come un ritardo all'arrivo o alla partenza di un volo. Praticamente tutte le parti in aeroporto sono a corto di personale e qualsiasi cambiamento imprevisto può comportare ritardi nell'intero processo aeroportuale a Schiphol. Questo è stato oggetto di ampie consultazioni con le compagnie aeree negli ultimi tempi.


Consigli ai passeggeri

Il consiglio ai viaggiatori resta quello di recarsi a Schiphol all'orario indicato dalla compagnia aerea, ma non oltre quattro ore prima della partenza dell'aereo. I viaggiatori che arrivano prima aspetteranno inutilmente a lungo, perché i banchi del check-in o i punti di consegna bagagli non sono ancora aperti. Inoltre, a volte la coda diventa molto lunga quando i viaggiatori fanno la fila molto prima. Schiphol ha intensificato i controlli sulla regola delle quattro ore dal 25 luglio. Ulteriori suggerimenti per i viaggiatori possono essere trovati qui: 'Preparati bene per il tuo viaggio'.