• Partodomani

Pratiche commerciali scorrette, interviene l'Enac



La pratica è tanto nota quanto odiosa. Molte compagnie low cost assegnano i posti a bordo in modo casuale e non sequenziale. Così, se una famiglia con due adulti e due minori prenota quattro biglietti, non è automatico che i posti assegnati ai bambini siano vicini ai genitori. Lo stesso vale per la persona disabile e chi la accompagna. Per avere certezza di stare vicini è necessario acquistare a parte la scelta del posto, il che comporta talvolta un esborso pari o superiore al prezzo del biglietto.


L'Enac, l'agenzia di regolazione del settore aereo in Italia, ha ricevuto in merito diverse segnalazioni da parte di passeggeri e ha deciso di puntare i fari e verificare l'applicazione di pratiche commerciali che compromettono la tutela dei passeggeri. L'argomento è stato affrontato, spiega una nota dell'ente, nella riunione tra il presidente designato dell’Enac, Pierluigi Di Palma e il direttore generale, Alessio Quaranta per approfondire, in particolare, a tutela dei diritti dei passeggeri, il problema dei costi accessori praticati da alcuni vettori.


Enac "intende assicurare la dignità, il diritto alla salute, alla sicurezza e alla incolumità del passeggero che la pratica tariffaria aggressiva dei vettori in questione rischia di compromettere con una offerta non adeguata ed elusiva dei diritti dei passeggeri. All’esito della verifica, se le denunce dei passeggeri troveranno conferma, il direttore generale dell’Enac adotterà, con i poteri d’urgenza che gli competono, i necessari provvedimenti per ristabilire le corrette pratiche commerciali nel rispetto della sicurezza aerea".


L'ente ha deciso inoltre di implementare la propria pianta organica assumendo circa duecento persone:

• 10 Dirigenti di livello non generale, di cui 6 Dirigenti Amministrativi e 4 Dirigenti Tecnici;

• 91 Ingegneri Professionisti;

• 72 Funzionari area tecnico – economico – amministrativa;

• 6 Funzionari informatici area tecnico – economico – amministrativa;

• 2 Avvocati Professionisti.


Le prove di esame, tra cui, per molti profili professionali, anche l’inglese scritto, permetteranno di valutare l’attitudine al ragionamento dei candidati, la capacità di impostare analisi critiche di problemi complessi e di proporre soluzioni argomentate, verteranno su materie di diritto amministrativo, diritto della navigazione, diritto dell’Unione Europea, Economia, materie tecnico-specialistiche per le figure professionali di Ingegnere e Diritto-Penale e del Lavoro per la figura di Avvocato.


L’ENAC potrà così implementare la propria pianta organica e rafforzare l’attività da sempre rivolta, nel processo di liberalizzazione e privatizzazione del settore, a garantire la qualità e la sicurezza del servizio, nel riconoscimento della centralità dei diritti del passeggero.


I bandi di concorso sono già pubblicati sul sito dell'Enac.