• Stefano Campolo

Continuano gli incidenti aerei in Russia

Aggiornato il: lug 7


Non saprei dirvi se volare, in Russia, sia più pericoloso che dissentire con Putin. La sequenza di incidenti aerei nel Paese resta comunque interminabile. Oggi un aereo di linea con 28 persone a bordo è caduto in mare dopo aver perso ogni contatto con le autorità di controllo. Dei frammenti sono stati trovati in Kamchatka, nell'estremo oriente russo e, secondo le prime informazioni, non ci sono sopravvissuti.


L'aereo era un Antonov An-26B-100 e stava volando da Petropavlovsk-Kamchatsky a Palana, nella penisola della Kamchatka, con il volo PTK251 della Kamchatka Aviation Enterprise quando si sono interrotte le comunicazioni. La zona dello schianto è stata approssimativamente determinata entro 15-25 chilometri dall'aeroporto, lungo la costa. Secondo l'agenzia di stampa russa Tass, i dati mostrano che l'aereo si è schiantato in mare.

Quello di oggi è il sesto incidente aereo in Russia nel 2021, il secondo mortale dopo quello del 19 giugno scorso accaduto a un Let L-410. Nel 2020 furono otto gli incidenti con soli due morti, ma il dato è sicuramente influenzato dal tracollo del traffico aereo dovuto alla pandemia.

L'ultimo grave incidente aereo in Russia risale al maggio 2019, quando un Sukhoi Superjet della compagnia nazionale Aeroflot fu costretto ad un atterraggio di emergenza e prese fuoco sulla pista dell'aeroporto Sheremetyevo di Mosca, uccidendo 41 persone. Nel febbraio 2018, un AN-148 della Saratov Airlines si schiantò poco dopo il decollo vicino a Mosca a causa di un errore umano, uccidendo tutte le 71 persone a bordo.


Secondo Aviation Safety Network, il database aperto sugli incidenti nell'aviazione, dal 1919 a oggi in Russia si sono verificati 603 incidenti aerei costati la vita a 9.345 persone. In pratica non c'è stato anno, ad esclusione del 2015, in cui non si siano verificati incidenti gravi, incendi o schianti che hanno coinvolto aerei russi.

In un secolo e poco più di aviazione, la Russia ha avuto più incidenti e più morti che Germania, Italia, Francia, Spagna e Regno Unito insieme. Solo gli Stati Uniti superano il numero di incidenti e vittime dell'aria, ma il dato va preso con attenzione, visto che gli Stati Uniti contano un numero di voli e di passeggeri circa dieci volte maggiore della Russia. Nel 2019, per stare a un dato recente, nei cieli Usa hanno volato 925,5 milioni di persone, mentre in Russia i passeggeri sono stati solo 123,8 milioni.


Gli aerei Russi non sono certo rinomati per la loro sicurezza. L'An26 è tra i meno sicuri in assoluto. Concepito a fine anni Sessanta è un turboelica costruito come variante dell'An24 fino al 1986. Dei 1.400 esemplari consegnati alle compagnie russe, africane, mediorientali, asiatiche e dell'America Latina, 189 sono andati perduti in incidenti, causando la morte di centinaia di persone in ogni angolo del mondo.