• Stefano Campolo

Ciclone Idai, catena umanitaria di British

[vc_row][vc_column css=”.vc_custom_1447931272021{padding-right: 12% !important;padding-left: 12% !important;}”][media image=”24409″][vc_column_text]

Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza casa per la furia del ciclone Idai (photo credit British Airways)

[/vc_column_text][vc_custom_heading text=”di Stefano Campolo” font_container=”tag:h6|font_size:16|text_align:left|color:%2310b8c7″ use_theme_fonts=”yes” link=”url:https%3A%2F%2Ftwitter.com%2Fpartodomani||target:%20_blank”][vc_column_text][/vc_column_text][vc_column_text]Dalla prossima settimana, British Airways distribuirà tutto il denaro raccolto attraverso le sue raccolte di beneficenza “Flying Start” per supportare le persone colpite dal devastante ciclone in Mozambico. Fino al 7 aprile 2019, tutte le donazioni raccolte nelle buste a bordo saranno devolute alle iniziative di soccorso del Comitato d’emergenza per i disastri (DEC) in Mozambico, Malawi e Zimbabwe.

Dal 15 marzo, il Ciclone Idai ha colpito 2,6 milioni di persone e ne ha lasciate centinaia di migliaia senza casa. Secondo l’Onu potrebbe diventare uno dei peggiori disastri meteorologici registrati nell’emisfero meridionale.

“Siamo estremamente orgogliosi della nostra partnership con il Disaster Emergency Committee (DEC) e della nostra capacità”, ha dichiarato Holly Gray, Community Investment Manager di British Airways, “di fornire una risposta rapida in tempi di crisi sfruttando l’ampiezza della nostra rete e la generosità dei nostri clienti. I fondi che raccogliamo contribuiranno a portare aiuti urgenti e salvavita alle persone colpite attraverso la fornitura di kit di emergenza, generi alimentari essenziali, compresse per la purificazione dell’acqua e assistenza sanitaria urgente”.

L’obiettivo immediato e primario del DEC è salvare vite, ma l’effetto del disastro si farà sentire per molti mesi a venire. In tutti e tre i paesi, sono urgentemente necessari lavori, acqua e servizi igienici, cibo, assistenza sanitaria e protezione e sarà necessario un sostegno per aiutare i bambini a continuare la loro educazione, ricostruire i mezzi di sostentamento e rafforzare la resilienza della comunità per resistere ai futuri disastri. L’organizzazione afferma che solo 30 sterline potrebbero fornire coperte per tenere calde due famiglie, 50 sterline potrebbero fornire a una famiglia cibo per un mese e 100 sterline potrebbero aiutare a costruire servizi igienici e impianti di lavaggio per le famiglie che hanno perso la casa.[/vc_column_text][separator width=”200px” height=”2px” color=”#5b5b5b”][/vc_column][/vc_row]

#solidarità #ciclone #aiutiumanitari #britishairways #idai

Iscriviti alla newsletter

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale

©2020 di Partodomani | scritto con cura da Stefano Campolo | Privacy Policy | Termini e Condizioni