• Stefano Campolo

A Cagliari la prima biblioteca italiana in un aeroporto

Aggiornato il: giu 28


È stata inaugurata questa mattina all'aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari Elmas la nuova biblioteca aeroportuale. Può contare su milleseicento volumi di narrativa, storia e tradizioni in uno spazio ricavato nel settore partenze ed è la prima iniziativa di questo genere in Italia e una delle pochissime in Europa.


Il progetto è stato lanciato da Sogaer, la società di gestione dello scalo, ed è stato sposato da diverse case editrici italiane che hanno collaborato con la spedizione dei loro volumi. "Siamo tra i pochi in Europa", ha rimarcato l'amministratore delegato dello scalo, Renato Branca. "Il nostro modello, più che Amsterdam che ha numeri molto più alti dei nostri, è Tallin. Un'area aperta a tutta la comunità aeroportuale, ai viaggiatori e al territorio".


Fortemente voluto dalla Sogaer e sviluppato con il coinvolgimento attivo del personale delle aziende del gruppo, il servizio “Cagliari Airport Library”, sarà fruibile da tutti, in forma totalmente gratuita e consentirà la consultazione dei libri nelle aree di lettura, il prestito fino a 30 giorni e il book sharing di una selezione di opere a disposizione dei visitatori, lasciando il libro che si è terminato di leggere e scegliendone uno 'sconosciuto'.


Oltre ai vertici di Sogaer all’inaugurazione hanno partecipato Maurizio de Pascale, presidente della Camera di Commercio Cagliari-Oristano, Alessio Quaranta, direttore generale dell'Enac, Gianni Chessa, assessore regionale al Turismo, Antonio Ena, sindaco di Elmas e lo scrittore Francesco Abate.


"Ci impegneremo attivamente", ha aggiunto Branca, "affinché la nostra biblioteca diventi un punto d'incontro e scambio culturale grazie a varie attività in programmazione quali mostre esposizioni d'arte fotografia, artigianato: daremo inoltre spazio alle letture pubbliche e concerti e agli autori che vorranno presentare le loro opere". La biblioteca nasce, ha spiegato l'amministratore, "per ampliare la gamma di servizi offerti dall'Aeroporto di Cagliari e volti a rendere sempre più gradevole l'esperienza dei nostri passeggeri, ma anche con l'ambizione di far diventare l’aeroporto stesso una struttura sempre più integrata e funzionale al territorio e alla grande comunità aeroportuale, non un mero punto di arrivo o partenza, ma anche un luogo di permanenza".


"L'inaugurazione della Cagliari AirPort library", ha osservato Quaranta, "in questo specifico momento sociale ed economico che stiamo attraversando a livello globale, è un messaggio positivo per la ripartenza del settore e, soprattutto, di attenzione al passeggero, elemento centrale del sistema, e alla comunità aeroportuale".


Per il momento l'apertura giornaliera è limitata a due ore, dalle 11 alle 13, ma presto dovrebbe essere allargata al resto della mattinata e al pomeriggio. I libri sono all'interno di uno spazio che in questi giorni ospita la mostra, Visioni concrete di Ermanno Leinardi.