• Stefano Campolo

L'Armenia entra nella blacklist europea

Aggiornato il: mag 24


A tutti i vettori del Kyrgyzstan è impedito l'accesso ai cieli europei

Le compagnie aeree dell'Armenia non potranno sorvolare i cieli dell'Unione europea. Lo ha deciso la Commissione europea pubblicando la versione di dicembre della 'Air Safety List', comunemente nota come Black List, ovvero l'elenco delle linee aeree bandite dallo spazio aereo europeo perché non rispettano gli standard di sicurezza internazionali e quelli stabiliti dall'essa, l'agenzia europea che sovrintende il settore dell'aviazione.


Come di consueto la lista si compone di due elenchi: quello delle compagnie completamente interdette e sono 90 + 6 e quello dei vettori che hanno restrizioni di volo e possono volare nei cieli dell'Unione solo con determinati aerei, individuati specificamente nella lista. Si tratta della nord coreana Air Koryo, a cui è consentito il sorvolo esclusivamente con due aerei modello Tupolev TU-204, di Air Services Comores con un aereo modello LET 410 UVP e dell'iraniana Iran Air a cui sono applicate restrizioni di volo per tutti i velivoli modello Fokker 100 e Boeing B747.


Complessivamente sono 99 le compagnie interdette o a cui vengono applicate restrizioni e interessano 24 paesi con una prevalenza per quelli africani (14) e asiatici (7) a cui si sommano 2 paesi dell'America latina e 1 europeo. È uscita dalla lista PIA, la compagnia di bandiera pakistana coinvolta a inizio anno nello scandalo dei piloti con licenza falsa.


Nell'elenco principale figurano le 90 compagnie interdette e 6 che presentano negligenze gravi in termini di sicurezza. Queste ultime figurano nella black list già da diversi anni e sono la venezuelana Avior Airlines, Blue Wing Airlines del Suriname, Iran Aseman Airlines dell'Iran, Iraqi Airways dell'Iraq, la nigeriana Med-View Airlines e Air Zimbabwe dell'omonimo paese.


Va annotato, infine che due paesi dell'Africa Occidentale, Liberia e Sierra Leone, per i quali vige un bando completo, non hanno linee aeree attive alla fine del 2020.

Ai vettori aerei di entrambi gli elenchi potrebbe comunque essere consentito esercitare i diritti di traffico nel caso utilizzino aerei in locazione con equipaggio di un vettore aereo non soggetto a divieto operativo, a condizione che siano rispettate le pertinenti norme di sicurezza.


Di seguito un'infografica di riepilogo con tutti i dati. L'allegato con gli elenchi lo scaricate qui.