{text-decoration-color: #13B6C5;}
 
  • Stefano Campolo

7 modi per rendere più confortevole la economy


Per i più assidui, il viaggio è parte integrante della vacanza. Volando in economica, non sempre è così, specie per le tratte di lungo raggio. La classe economica è spesso sinonimo di mancanza di spazio per le gambe, pasti discutibili durante il volo e una talvolta eccessiva vicinanza ai compagni di viaggio. Motivi sufficienti a farci dimenticare la vacanza che ci attende alla fine del volo . Tuttavia, non è sempre necessario eseguire l'upgrade alla business class per migliorare l'esperienza di volo complessiva.


Dalla scelta della compagnia aerea, fino alla selezione del posto, ci sono molti suggerimenti e trucchi poco conosciuti per rendere il viaggio in economica un'esperienza un po' più confortevole e piacevole.


Un po' di creatività, certo non guasterà, perché magari ci si può portare una merenda preparata a casa, difficilmente sarà meno salutare del menu di bordo; o, ancora, può valere la pena spendere mezzora per studiare la disposizione dei posti dell'aereo con cui si viaggerà per trovare quello più conveniente alle proprie esigenze.


Le migliori pratiche per rendere più confortevole il volo in economica


1. Scegliere la compagnia aerea giusta


Chi vuole semplicemente andare dal punto A al punto B senza preoccuparsi di nient'altro, non deve fare altro che acquistare il biglietto al prezzo più basso per la data prevista. Diverso se si desidera un'esperienza confortevole, le compagnie aeree, non sono tutte uguali. In generale, i vettori ultra-low-cost offriranno un'esperienza meno confortevole: lo spazio per le gambe è molto ridotto, i sedili non sono reclinabili, l'unico intrattenimento disponibile a bordo sono gli annunci pubblicitari e qualsiasi cosa si desideri oltre al posto deve essere pagata a parte: vale per il trolley da portare in cabina, come per un bicchiere d'acqua. Le compagnie tradizionali, sul medio e sul lungo raggio mantengono ancora standard di servizio più alti.


Una ricerca utilizzando strumenti come SeatGuru, Expert Flyer o Seat Expert consente di verificare se la compagnia aerea e l'aereo che si sta cercando di prenotare offrono particolari servizi di volo. Ad esempio, chi ha intenzione di lavorare in volo, può controllare se la compagnia aerea e lo specifico aereo previsto per il volo sono dotati di Wi-Fi. SeatGuru ha in archivio la mappa di decine di aerei diversi e si può beneficiare della valutazione di chi ha già volato con quel tipo di aereo. I posti sono indicati con un colore verde, giallo o rosso a seconda della comodità. In alcuni casi vengono indicati anche malfunzionamenti alle prese elettriche, alle cuffie o allo schermo dell'intrattenimento. In definitiva, scegliere la compagnia aerea giusta per le proprie esigenze porterà a un'esperienza di volo molto più confortevole.


2. Scegliere l'aereo con attenzione


Fare qualche ricerca prima di prenotare garantisce qualche beneficio. È un po' un lavoro da nerd, bisogna andare a vedere con quali mezzi volano le compagnie aeree che coprono la tratta che ci interessa. Magari si scopre che una compagnia fa un servizio di 6 o 7 ore con un aereo a fusoliera stretta, quindi molto più soggetto a 'sentire' le turbolenze, mentre le altre volano con aerei più grandi che, oltre a offrire maggiore spazio, garantiscono un viaggio più morbido.


3. Selezionare la fila dell'uscita di emergenza


Anche se non è sempre possibile, sedersi in un posto nella fila delle uscite di emergenza può rendere l'esperienza molto più piacevole. Anche se generalmente bisogna soddisfare una serie selezionata di requisiti (almeno 15 anni di età, conoscenza dell'inglese, sufficiente mobilità, forza o destrezza in entrambe le braccia, mani ed entrambe le gambe), per chi è idoneo lo spazio rispetto alle altre file è molto più ampio. Ormai quasi tutte le compagnie aeree addebitano un supplemento per prenotare un posto nella fila dell'uscita di emergenza, l'alternativa è essere iscritti al programma fedeltà della compagnia o dell'alleanza e avere uno status sufficientemente alto per selezionare il posto a sedere.


4. Indossare abiti comodi


L'abbigliamento può influenzare il modo in cui ci sent, il che è un modo semplice per migliorare notevolmente l'esperienza di volo. Raccomandiamo di indossare abiti larghi, calze compressive e vestiti a strati nel caso in cui l'aereo sia troppo caldo o freddo. Se possibile, evitare cinture, cravatte e in genere qualsiasi indumento che possa pizzicare o restringere. Per quanto riguarda le scarpe, da preferire morbide e senza tacco, anche perché in caso di emergenza, i tacchi diventano un pericoloso ostacolo.


5. Considerare l'upgrade a un posto con più spazio per le gambe


Non sempre è necessario passare alla prima classe, alla business o persino alla premium economy per aumentare il livello di comfort. Ormai, molte compagnie aeree offrono opzioni intermedie leggermente più costose che offrono spazio aggiuntivo per le gambe, una posizione migliore sull'aereo e talvolta vantaggi aggiuntivi, come l'imbarco prioritario.


In generale, il costo per l'upgrade a un posto con spazio extra per le gambe varia a seconda della rotta e della durata del volo. Vale anche la pena notare che ciascuna compagnia aerea chiama il proprio posto con spazio extra per le gambe qualcosa di diverso aggiungendo parole come Extra, Comfort+ o semplicemente Plus.


6. Controllare il menu a bordo


Per i voli a lungo raggio le principali compagnie aeree tradizionali, permettono di controllare in anticipo il menu di giornata. Alcune offrono frutta fresca e acqua per tutta la durata del viaggio, non solo quando vengono serviti i pasti. Chi ha esigenze speciali di carattere sanitario - allergie - o religioso, può segnalarle al momento della prenotazione compilando gli appositi campi. Il vantaggio è che si verrà serviti per primi.


7. Intrattenimento


Gli schermi sul retro dei sedili ormai li prevedono tutti, ma proprio tutti. Con l'avvento degli Airbus A321 sulle rotte transatlantiche, diversi tra gli aerei a fusoliera stretta li hanno in dotazione. E gli archivi digitali per alimentare i sistemi di intrattenimento sono enormi database con film, musica, podcast tematici, programmi televisivi, giochi. Il tempo della programmazione in stile cinema di qualche lustro fa, è definitivamente tramontato e una volta in volo, abbiamo a disposizione contenuti per migliaia di ore e per ogni gusto. L'attenzione si sposta quindi sulla qualità. Per la visione gli schermi si stanno progressivamente ampliando, ormai i 10-12 pollici sono il minimo. Per l'ascolto consiglio di portare con sé un paio di cuffie di buona qualità, perché quelle distribuite sono generalmente pessime e si rompono con estrema facilità.