{text-decoration-color: #13B6C5;}
 
  • Stefano Campolo

Quando un biglietto scontato è davvero conveniente


Confrontare le offerte di due compagnie aeree non è mai stato così facile. Un volo da A a B è un volo, giusto? In teoria, non c'è differenza tra due biglietti e vince sempre la compagnia aerea che offre il prezzo più basso.


Beh... non esattamente.


Il prezzo pubblicizzato , sul sito, sulla pagina dei risultati del motore di ricerca specializzato, sul banner pubblicitario così accattivante è solo l'ultimo elemento di un processo di definizione della tariffa aerea che si compone di decine di elementi. Avete letto bene, decine di elementi tra cui entrano alcuni costi fissi, per esempio le tasse aeroportuali e quelle comunali, regionali o statali e una parte variabile comprendente i servizi previsti. In sintesi, il prezzo non mostra tutti i dettagli importanti relativi alla prenotazione. A volte può essere fuorviante, in particolare con le compagnie aeree low cost o con i biglietti di classe economica. Per questo è davvero molto importante verificare cosa sia incluso e cosa escluso nel biglietto.


In particolare è necessario prestare sempre attenzione ai seguenti elementi


Bagaglio da cabina e da stiva: alcune compagnie aeree includono un bagaglio da stiva nel prezzo del biglietto. Tuttavia, la franchigia di peso a volte è piuttosto bassa per i voli a lungo raggio. In genere è possibile imbarcare una valigia tra i 20 e i 23 chili, alcune compagnie arrivano fino a 30. Quasi sempre la possibilità di portare peso aggiuntivo o colli in più è riservata ai passeggeri fidelizzati, iscritti al programma della compagnia e con uno status superiore al livello di partenza.


Altre compagnie aeree, specie le low-cost addebiteranno semplicemente un extra per il deposito del bagaglio in stiva. Per tutti i viaggiatori a cui il bagaglio a mano non è sufficiente, si tratta di un costo aggiuntivo al prezzo del biglietto. Alcune compagnie aeree richiedono il pagamento anche solo per il trasporto di un bagaglio a mano. Anche in questo caso il prezzo del biglietto è destinato a salire, salvo accontentarsi di viaggiare con lo zainetto o con una piccola borsa.


Cibo e bevande

Ormai sono pochissime le compagnie aeree che offrono uno snack a bordo sui voli di corto e medio raggio. Anche solo per un bicchiere d'acqua o un sandwich appena uscito dal frigorifero bisogna mettere in conto dai 3 agli 8 euro in più. Ma le brutte sorprese possono esserci anche sui voli a medio o lungo raggio. Ad esempio, se è incluso un solo pasto (invece di due), oppure se non c'è scelta di menu o, ancora se le bevande non sono incluse.


Una buona regola per i voli più lunghi è controllare sul file del biglietto quali pasti e bevande sono inclusi e poi sul sito della compagnia se c'è qualche scelta diversa come ad esempio il pasto vegetariano, kasher o halal. Per chi è poco avvezzo o ha dei dubbi c'è un database online con i menu di oltre 150 compagnie aeree in giro per il mondo e con le valutazioni e le immagini postate dagli utenti. Si chiama Inflightfeed e anche se non aggiornatissimo nella sezione notizie, resta un ottimo strumento per orientarsi. Per farsi un'idea di come si è evoluto nel tempo il servizio di pasti a bordo potete visitare AirlineMeals.com una sorta di Trip Advisor dell'aviazione con decine di migliaia di recensioni, foto e suggerimenti. L'unico difetto è che negli ultimi due anni è rimasto quasi completamente fermo e gli aggiornamenti si contano sulle dita di una mano.


Aeroporti di partenza e di arrivo

Viaggiare dall'aeroporto principale di una grande città può essere sia una benedizione che una maledizione. Accanto alla facilità di accesso con i mezzi pubblici, un'aerostazione più grande, maggiore scelta di negozi, una o più sale di attesa, bisogna mettere nel conto il maggiore traffico nelle ore di punta, code più lunghe (molto più lunghe) alla sicurezza e alle frontiere,

spesso prezzi più alti dal parcheggio dell'auto al carrellino per le valigie, dal biglietto del bus o treno al caffè dei bar all'interno del terminal.

D'altro canto, viaggiare sugli aeroporti secondari può rivelarsi più svantaggioso proprio per l'assenza di tali servizi e in molti casi per la lontananza dai centri abitati o semplicemente dalla destinazione che si vuole raggiungere. Però sono generalmente meno congestionati, meno affollati - il che significa movimenti più rapidi attraverso i controlli di sicurezza - e offrono voli più economici.


Scelta dei posti

Come per i pasti, ormai la scelta dei posti a sedere è sempre a pagamento per chi viaggia in economica con la tariffa base.


Sala attesa e imbarco prioritario

Ciò vale principalmente per i biglietti di classe Premium. In genere, questi servizi sono sempre inclusi in Business Class, raramente in Premium e mai in Economy.


Chi desidera un po' più di comfort, sia a bordo sia a terra, dovrà assicurarsi che il termine "Premium" non sia solo uno stratagemma di marketing utilizzato per vendere quello che, in effetti, è un biglietto Economy. Specialmente sul corto e medio raggio, diciamo fino a tre ore di volo, o comunque quando la compagnia utilizza aerei con cabina unica, l'unica vera differenza tra business, premium ed economy che il viaggiatore apprezzerà riguarda il costo del biglietto. Sì certo, magari verrete serviti con un bicchiere di spumante e uno snack gratuito o imbarcherete 5 minuti prima (e sempre in autobus), ma non si tratta di servizi che migliorano o rendono più confortevole il viaggio. Almeno non per la differenza di costo che arriva fino al doppio o addirittura il triplo del biglietto base.


Un biglietto Premium dovrebbe avere inclusi nel prezzo almeno questi servizi:


- Cabina a bordo completamente separata con maggiore comfort, sedili differenziati e maggiore spazio sia in lunghezza sia in larghezza. No, gli stessi sedili della economy nelle prime file con la vendita di 4 posti anziché 6 non fanno una premium, fanno una presa in giro.

- Accesso al lounge della compagnia aerea.

- Imbarco prioritario compreso nel prezzo.

- Una selezione di pasti più sofisticata.

- Franchigia bagagli maggiorata sia per quelli in stiva sia per quelli a mano.


Spese nascoste all'ultimo minuto

C'è qualcosa di più fastidioso che trovare un volo a buon prezzo, solo per vederne esplodere il costo al momento del pagamento? Spese amministrative venute fuori dal nulla; tasse aeroportuali non divulgate; commissioni di transazione esorbitanti. Se l'affare sembra troppo buono per essere vero, probabilmente non è tale. Quindi, prima di scegliere con quale compagnia aerea viaggiare, è bene arrivare fino alla fine del processo di prenotazione per scoprire qual è il vero prezzo finale, non solo quello pubblicizzato all'inizio.


Condizioni di vendita

Pur essendo sempre più raro, alcune compagnie aeree chiedono di confermare il volo di ritorno che, va da sé ha un prezzo sensibilmente più elevato della tratta di sola andata: la pratica è scorretta ma spesso ci si trova di fronte a prezzi differenti a seconda si scelga un viaggio di sola andata o uno di andata e ritorno.


Infine, immaginate di viaggiare con un amico che però all'ultimo minuto non può venire. Chiederete a un parente o a un altro amico di unirsi a te. Alcune compagnie aeree esigono un supplemento per cambiare il nome indicato sul biglietto.


In conclusione, per confrontare le tariffe di due voli sulla stessa tratta è necessario andare oltre il prezzo del biglietto pubblicizzato e cercare di approfondire 'cosa c'è dentro'. Non è impossibile, ovviamente, ma non è neppure così semplice come appare a prima vista.